AngelodiluceInternet

Corso HTML,avatar,gif,sfondi, ,icone, programmi free ,aforismi,poesie,Karaoke
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
calendario
Contavisite
Migliori postatori
Angelodiluce
 
Valentina
 
raffaeled3
 
Luca
 
Lady
 
Eleonora
 
Stella
 
leona
 
Lia
 
michela2
 
Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 158 il Lun Dic 10, 2012 9:48 pm
Statistiche
Abbiamo 38 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Cristiano71

I nostri membri hanno inviato un totale di 653 messaggi in 646 argomenti
traduttore
PAGERANK
Page Rank Checker Button
Partner



Condividere | 
 

 LA FINE DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angelodiluce
Admin
avatar

Messaggi : 925
Data d'iscrizione : 19.06.10

MessaggioTitolo: LA FINE DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE    Mer Giu 30, 2010 4:36 am

Nel 476 il generale Odoacre, capo della tribù degli Eruli, un popolo di Germani dell’est, destituì il giovanissimo Imperatore Romolo Augustolo, determinando di fatto la caduta dell’Impero Romano d’Occidente. Questa data segnò anche la fine dell’età antica e l’inizio del Medioevo.naturalmente si tratta di una data puramente convenzionale, dal momento che il passaggio da una fase all’altra non avvenne in tempi brevi, ma la fine dell’una e l’inizio dell’altra furono il frutto di una lenta trasformazione avvenuta nel corso dei secoli, durante i quali si venne formando progressivamente una nuova società fondata su basi totalmente diverse da quelle su cui si era basata la società precedente. Infatti nel Medioevo le forze predominanti furono il Cristianesimo e l’elemento barbarico. Il crollo dell’Impero Romano d’Occidente portò alla formazione in Italia di diversi Stati autonomi ciascuno appartenente ad una diversa tribù barbara e governato da un re; le popolazioni romane o romanizzate divennero i sudditi di questi nuovi Stati, che vennero definiti regni romano-barbarici. I principali di questi regni furono: il Regno degli Ostrogoti in Italia; il Regno dei Visigoti, che si estendeva dalla Spagna alla Gallia meridionale; il Regno dei Franchi nella Gallia settentrionale e il Regno dei Vandali, in Africa settentrionale. Questi regni ebbero tutti una vita relativamente breve ed in essi coesistevano ’'antica civiltà romana e il nuovo elemento barbarico con le loro differenze: il livello di civiltà ancora arretrato dei barbari e evoluto presso i Romani; la religione vedeva scontrarsi il paganesimo o l’arianesimo dei barbari con il Cristianesimo dei Romani; la giustizia, che presso i barbari faceva riferimento a leggi non scritte, mentre presso i Romani si ispirava a leggi scritte e utilizzate da secoli; la diversità delle lingue parlate e scritte ed infine, l’abitudine presso tutti i barbari di riservare esclusivamente ai propri guerrieri l’uso delle armi. Tutte queste differenze fecero si che la durata di questi regni fosse breve.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://angelodiluceinternet.forum-ativo.com
 
LA FINE DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La repubblica romana, unità didattica semplificata, classe V
» La storia a lieto fine di Carly • VULVODINIA.INFO
» Registro - Tempistica registrazioni dal 1/01/2015 (alla fine del doppio binario con SISTRI)
» DIPLOMA DI FINE ANNO ... modelli
» cerco"arte e archeologia nel mondo romano"di Grassigli

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
AngelodiluceInternet :: Storia-
Andare verso: