AngelodiluceInternet

Corso HTML,avatar,gif,sfondi, ,icone, programmi free ,aforismi,poesie,Karaoke
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
calendario
Contavisite
Migliori postatori
Angelodiluce
 
Valentina
 
raffaeled3
 
Luca
 
Lady
 
Eleonora
 
Stella
 
leona
 
Lia
 
michela2
 
Chi è online?
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 158 il Lun Dic 10, 2012 9:48 pm
Statistiche
Abbiamo 38 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Cristiano71

I nostri membri hanno inviato un totale di 653 messaggi in 646 argomenti
traduttore
PAGERANK
Page Rank Checker Button
Partner



Condividi | 
 

 Metafisica

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Valentina



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 30.06.10

MessaggioTitolo: Metafisica   Mer Giu 30, 2010 5:01 am

La metafisica non è, da Kant in poi, accettata da tutti i filosofi come legittima. È comunque impossibile non avere una metafisica, perché è impossibile non pensare niente. Non si può non avere nessuna idea su che cosa sia la realtà.
La metafisica considera a tre livelli il problema di che cosa esista, ossia:

  1. che cosa sia l'essere in generale (problema delle "leggi" fondamentali dell'essere, quali siano e come si fondino)
  2. se l'ente finito, di cui abbiamo anzitutto conoscenza, sia la totalità dell'essere ovvero rimandi ad Altro, alla trascendenza, all'Infinito (problema delle prove dell'esistenza di Dio)
  3. in che rapporto stia l'Infinito col finito (problema della creazione, della provvidenza, del male)

l'essere in generale


A questo riguardo si pone ad esempio il problema delle "leggi" fondamentali dell'essere, quali siano e come si fondino. In rapporto alla questione della unità/molteplicità dell'essere, si possono distinguere diverse metafisiche, come dal seguente schema.
schema delle metafisiche in rapporto all'essereDELLA CONTRADDIZIONEDIALETTICHEREALISTEDELL'UNITÀ ASSOLUTA
al massimo "grado": Hegel, Marx, EraclitoPlatone (in particolare nel Sofista), Niccolò Cusano, ProudhonAristotele, Tommaso d'AquinoParmenide
essere come contraddittorioessere come dialetticoessere analogicamente unitarioessere univocamente unitario
Massima molteplicità
Massima unità
Differenza che esclude l'identitàIdentità che esclude la differenza
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
 
Metafisica
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
AngelodiluceInternet :: Folosofia-
Andare verso: