AngelodiluceInternet

Corso HTML,avatar,gif,sfondi, ,icone, programmi free ,aforismi,poesie,Karaoke
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
calendario
Contavisite
Migliori postatori
Angelodiluce
 
Valentina
 
raffaeled3
 
Luca
 
Lady
 
Eleonora
 
Stella
 
leona
 
Lia
 
michela2
 
Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 158 il Lun Dic 10, 2012 9:48 pm
Statistiche
Abbiamo 38 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Cristiano71

I nostri membri hanno inviato un totale di 653 messaggi in 646 argomenti
traduttore
PAGERANK
Page Rank Checker Button
Partner



Condividere | 
 

 Manutenzione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angelodiluce
Admin
avatar

Messaggi : 925
Data d'iscrizione : 19.06.10

MessaggioTitolo: Manutenzione   Dom Giu 20, 2010 1:10 am

Per mantenere il sistema efficente ed utilizzarlo sempre al massimo delle sue potenzialità diventa necessaria una periodica manutenzione evitando così spiacevoli rallentamenti o danneggiamenti del sistema stesso. Esistono per questo diversi strumenti ed utility.


Dischi danneggiati
A volte può succedere che i dischi fissi e la struttura dei file si danneggino, andando a causare rallentamenti e perfino blocchi del sistema. Windows mette a disposizione per questi casi un’utility di serie chiamata Controllo Errori, o anche ScanDisk, che è capace di correggere e aggiustare molti problemi dei dischi rigidi. Il suo metodo consiste nello spostare i file da settori danneggiati in posizioni funzionanti, cancellando i frammenti di file orfani e correggendo i file dotati di riferimenti incrociati(cross-linked), ossia i casi in cui due differenti blocchi di dati fanno riferimento alla stessa posizione fisica (cluster) sul disco. Per lanciare ScanDisk bisogna aprire Risorse del Computer, cliccare con il destro sull' icona del disco fisso e selezionare Proprietà. Aprendo la scheda Strumenti si visualizza il pulsante ScanDisk: nel pannello che appare spuntare tutte e due le opzioni di controllo disco quindi cliccare su Avvia. Occorrerà riavviare Windows se il drive da analizzare è quello usato per l’avvio. L’operazione di controllo degli errori va ripetuta per tutti gli altri disci locali.

Strumenti di Deframmentazione del Disco
Bisogna sapere che a seconda della modalità in cui lo spazio su disco viene riutilizzato e riallocato dal sistema operativo, i blocchi di file e dati sono suddivisi in parti scritte in posizioni differenti all interno del disco rigido. Perciò, più si utilizza il computer, più frammentati e dispersi diventano i dati su disco e di conseguenza col tempo divengono sempre più frequenti i rallentamenti nel reperimento dei vari file da parte del sistema. Di conseguenza se non si effettua la deframmentazione ogni due mesi in media, il rischio è di incorrere in rallentamenti fastidiosi e sempre più frequenti. Windows mette a disposizione uno strumento di deframmentazione basta andare nel menu Start e poi Programmi, Accessori, Utilità di Sistema, Utilità di deframmentazione dischi. Per chi desidera uno strumento più veloce e solido esistono sul mercato anche altre soluzioni alternative, come ad esempio Diskeeper di Executive Software (per informazioni [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ), O&O Defrag (per informazioni [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ) e Perfect Diskdi Raxco Software (per informazioni [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://angelodiluceinternet.forum-ativo.com
 
Manutenzione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» sistri o non sistri? Manutenzione segnaletica stradale
» manutenzione supermercati
» Rifiuti da manutenzione di impianti di abbattimento con carboni attivi
» Trasporto in conto proprio rifiuti da manutenzione: fir?
» Deposito temporaneo rifiuti da manutenzione - criterio volumetrico

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
AngelodiluceInternet :: Uso corretto del pc-
Andare verso: