AngelodiluceInternet

Corso HTML,avatar,gif,sfondi, ,icone, programmi free ,aforismi,poesie,Karaoke
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
calendario
Contavisite
Migliori postatori
Angelodiluce
 
Valentina
 
raffaeled3
 
Luca
 
Lady
 
Eleonora
 
Stella
 
leona
 
Lia
 
michela2
 
Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 158 il Lun Dic 10, 2012 9:48 pm
Statistiche
Abbiamo 38 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Cristiano71

I nostri membri hanno inviato un totale di 653 messaggi in 646 argomenti
traduttore
PAGERANK
Page Rank Checker Button
Partner



Condividere | 
 

 LE NUOVE SCOPERTE GEOGRAFICHE AGLI INIZI DEL XVI SECOLO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angelodiluce
Admin
avatar

Messaggi : 925
Data d'iscrizione : 19.06.10

MessaggioTitolo: LE NUOVE SCOPERTE GEOGRAFICHE AGLI INIZI DEL XVI SECOLO    Lun Lug 19, 2010 10:03 pm

Dopo il viaggio che lo portò a scoprire il nuovo continente, Cristoforo Colombo effettuò altri tre viaggi, nel corso dei quali scoprì le isole del Mar dei caraibi e la costa settentrionale del continente sudamericano. Nonostante dinnazi alla grande massa d'acqua dell'Orinoco avesse presentito che il grande fiume doveva attraversare un immenso territorio, egli morì senza sapere di aver scoperto un nuovo continente. Poco tempo dopo, un altro navigatore genovese naturalizzato veneziano ma residente in Inghilterra, Giovanni Caboto, nel 1497 partì dal porto di Bristol e raggiunse la Penisola del Labrador, nel continente nordamericano.
L'onore di dare il proprio nome al nuovo continente spettò tuttavia al fiorentino Amerigo Vespucci, il quale, nel corso di quattro spedizioni effettuate per conto della Spagna, rilevò le coste del Brasile e del Venezuela, giungendo alla convinzione che si trattasse di un continente diverso dall'Asia. Nel suo libro Quattuor Navigationes, egli espose i risultati dei suoi viaggi ai nuovi territori scopertil'appellativo di Nuovo Mondo.
A sua voltail geografo tedesco Walseemueller pubblicò alcune carte geografiche nelle quali l'America del Sud appariva con il nome di Terra di Amerigo, dal quale derivò poi l'appellativo di America, che ben presto venne utilizzato per designare l'intero continente.
Le intuizioni di Amerigo Vespucci trovarono conferma nei numerosi viaggi che si succedettero in seguito: nel 1513 Nuñez de Balboa, superato l'Istmo di Panama, potè vedere al di là di esso le acque dell'Oceano Pacifico, che venne successivamente raggiunto e navigato da Fernando Magellano, un navigatore portoghese al servizio del re di Spagna, che tra il 1519 ed il 1522 raggiunse i territori più meridionali del Sudamerica, scoprendo lo stretto che da lui prese il nome e l'attigua Terra del Fuoco, entrando quindi nell'Oceano e navigandovi per tre mesi verso Occidente, nella più totale tranquillità degli elementi, dalla quale gli derivò l'appellativo di Pacifico. Dopo aver scoperto le Isole della Sonda e numerose altre isole del Pacifico, Magellano raggiunse le Isole Filippine, e qui, sulle spiagge dell'isola di Matan, Magellano venne ucciso nel corso di uno scontro con gli indigeni.
Dopo tre anni dalla sua partenza, solo una delle cinque navi che componevano la spedizione e 18 uomini di equipaggio sui 253 che erano partiti, fece ritorno in Spagna circumnavigando l'Africa. Tra i superstiti vi era Antonio Pigafetta, vicentino, che raccontò al pubblico l'avventurosa navigazione, che ebbe un grande valore scientifico, poichè costituiva la prova della rotondità della Terra. L'arrivo degli Spagnoli provenienti dall'America, nell'Oceano Indiano, causò un conflitto diplomatico con il Portogallo: La linea di demarcazione sottoscritta dai due Paesi con il Trattato di Tordesillas, delimitiva infatti le sfere di influenza di Spagna e Portogallo nell'emisfero occidentale, ma non in quello orientale. Dopo alcuni anni, i due Stati si misero d'accordo fissando anche una delimitazione nell'Oceano Pacifico. A questa delimitazione si sottrassero le Isole Filippine, ormai occupate dagli Spagnoli. In America si costituì un dominio portoghese in Brasile, dove per caso era sbarcato il navigatore portoghese Pedro Alvarez Cabral, mentre faceva rotta sul Sudafrica. poichè le coste brasiliane erano situate ad Oriente della linea di demarcazione, il Paese nel 1501 venne aggiudicato al Portogallo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://angelodiluceinternet.forum-ativo.com
 
LE NUOVE SCOPERTE GEOGRAFICHE AGLI INIZI DEL XVI SECOLO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Nuove imprese e business planning
» Si può assistere agli esami?
» Nuove norme sanzionatorie in materia ambientale – Modifica sanzioni per irregolarità Sistri – Abolizione obbligo tenuta registro carico e scarico per le sole attività che producono rifiuti di demolizione, costruzione e scavo
» Introduzione agli studi di filologia italiana (Stussi)
» Keplero e le scoperte scientifiche

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
AngelodiluceInternet :: Storia-
Andare verso: